Gardone Riviera

LA STORIA

Alcune lapidi ritrovate nella frazione di Fasano testimoniano che Gardone Riviera era già un borgo lacustre abitato nell'epoca romana. Successivamente arrivarono i Longobardi e i feudatari Ugoni, fino al 1815 quando la città entrò a far parte del regno Lombardo-Veneto e nel 1861 del Regno d'Italia.
La vera svolta per Gardone Riviera arrivò nell'Ottocento, quando Luigi Wimmer, un personaggio austriaco di grande rilevanza, si innamorò di questo paese grazie all'atmosfera e alle sue proprietà terapeutiche e vi costruì il primo albergo. In breve tempo Gardone Riviera si trasformò in una stazione turistica conosciuta a livello europeo da regnanti, principi e grandi personalità.

Dal 1921 al 1938 il borgo è stato dimora del grande D'Annunzio, uno dei poeti più importanti per la letteratura del '900. Il Vittoriale, la sua immensa dimora, è oggi sede di un interessantissimo museo. Poco dopo, tutti gli alberghi diventarono ambasciate e sedi per i comandi tedeschi durante la Repubblica Sociale.



IL PAESAGGIO
Gardone Riviera si trova sulla costa occidentale del meraviglioso lago di Garda, in una posizione davvero esclusiva. Da un lato ci sono le spiagge e il panorama offerto dal lago più grande d'Italia e dall'altra le colline proteggono e circondano, permettendo così un microclima unico nel suo genere, con stagioni miti sia d'inverno che d'estate.
Qui cresce una vegetazione tipicamente mediterranea e sub-tropicale con agrumi, ulivi, cipressi, palme, cedri... Gardone Riviera è un giardino botanico all'aria aperta, un piccolo angolo di paradiso terrestre immerso nella natura.

Da alcuni anni Gardone Riviera riceve anche certificazioni importanti a livello internazionale: nel 2010 ha ricevuto la “Bandiera Verde” dalla Confederazione Italiana Agricoltori e la “Bandiera Arancione” dal Touring Club italiano”; nel 2011 “4 vele blu” da Legambiente ed entra nelle Top10 tra le località lacustri, per terminare poi con l'importantissima BANDIERA BLU della FEE (per la qualità delle acque, la gestione ambientale, la spiaggia, i servizi, la sicurezza e l'informazione all'utente).



VITTORIALE DEGLI ITALIANI
Il Vittoriale degli Italiani è un complesso monumentale all'interno di Gardone Riviera, una vera e propria cittadella circondata da mura. É la dimora storica del poeta Gabriele d'Annunzio dal 1921 al 1938, costruita dall'architetto Giancarlo Maroni.
Si estende per circa 9 ettari e comprende una serie di edifici, un grande Anfiteatro, viali, piazze, giardini, corsi d'acqua, un laghetto, parchi con fontane e, a poche centinaia di metri, la Torre-darsena sul lago di Garda.
 Il Vittoriale degli Italiani è diventato un museo e custodisce tantissimi oggetti tra cui opere d'arte e cimeli che testimoniano l'avventurosa vita di D'Annunzio. Registra ben 200.000 visite l'anno, collocandosi, per presenze, tra i più visitati d'Italia.
Nelle esposizioni, assolutamente da non perdere, vi consigliamo: l'aereo SVA e il MAS 96, la Fiat Tipo 4, l'Isotta Franchini, il Museo della Guerra e la Nave Puglia incastonata nella roccia. Infine, dopo una lunga scalinata, si giunge al Mausoleo, sul colle più alto, l'imponente sepoltura di d'Annunzio e dei legionari fiumani.

Il Vittoriale degli Italiani è sinonimo anche di spettacolo, il grande Teatro all'aperto ospita fino a 1500 spettatori e durante l'estate vengono sempre organizzate stagioni teatrali prestigiose (balletto, musica classica, operette, musica leggera). Quello che rende davvero stupendo questo antico teatro è il meraviglioso panorama che lo circonda, una vista mozzafiato dall'alto sul bellissimo lago di Garda.


GIARDINO BOTANICO
Il Giardino Botanico della fondazione “Andrè Heller” fu realizzato nel 1910 da Arturo Hruska, un naturalista austriaco. Si estende per circa 10.000 metri quadrati e comprende delle specie di piante e fiori davvero speciali provenienti da tutto il mondo, ad esempio Bambù, orchidee, stelle alpine, felci, cactus, alberi secolari, piante tropicali e tanto altro.
L'armonia tra la natura e l'azione dell'uomo qui è perfetta, creando così un'atmosfera fiabesca magica. Un vero e proprio giardino paradisiaco vi aspetta per tranquille passeggiate immersi nella natura e nella pace.


IL MUSEO DEL DIVINO INFANTE
Il Museo del Divino Infante a Gardone Riviera è l'unico museo al mondo a custodire la più importante raccolta di sculture del “Bambin Gesù”. Dal 2005 la Signora Hiky Mayr ha deciso di rendere pubblici tutti i frutti del suo lavoro di ricerca e restauro di sculture raffiguranti il Bambin Gesù ed eccone il risultato.
Qui vengono conservate delle opere d'arte di sapienti artigiani, patrimonio culturale di rilevante qualità per il lago di Garda. Visitare il Museo del Divino Infante significa riscoprire una religiosità popolare dalla quale la vita odierna ci sta allontanando progressivamente.



Qualora si volesse approfondire la propria conoscenza in merito a Gardone Riviera e al Lago di Garda si consigliano alcune letture:

Attilio Mazza, Gardone-Mitteleuropa nel centenario del Nobel a Paul Heyse, Ateneo di Salò, 2010
Leila Losi, I Giardini di Limoni del Lago di Garda – dal passato al presente, Grafica 5 – Arco (Trento), 2005